Agopuntura

Principi teorici

Agopuntura

L'agopuntura può essere un'opportunità terapeutica? Cerchiamo di fornire subito una risposta a questa domanda, e di capire se l'agopuntura è effettivamente un qualcosa che ha un potenziale dal punto di vista curativo.

Anzitutto, poniamoci la domanda di fondo: che cos'è l'agopuntura?

L'agopuntura, come si può intuire dal nome, è una soluzione che prevede l'effettuazione di alcune punture sul fisico con finalità curative.

Ovviamente la possibilità di curare patologie o problemi di altro tipo attraverso l'agopuntura risulta a dir poco suggestiva, di conseguenza è legittimo nutrire dello scetticismo a riguardo, sta di fatto che l'agopuntura è una "scienza" che vanta una storia davvero molto antica.

Collocare con esattezza le origini dell'agopuntura non è affatto un'operazione semplice, certo è che questi trattamenti venivano effettuati con grande frequenza anche molti secoli addietro.

Alcuni dubbi sono nutriti anche per quanto riguarda l'origine geografica dell'agopuntura: c'è chi sostiene che essa riguardi la Cina, chi sostiene che vada collocata in Corea, quel che è certo è che l'agopuntura è una scienza che ha origini orientali e che come detto veniva praticata già moltissimi secoli or sono.

Dinanzi a queste notizie viene legittimo chiedersi: ma l'agopuntura può davvero curare? Sul serio questa scienza può costituire un'opportunità per chi desidera risolvere problemi di salute di vario tipo?

Da questo punto di vista è importante placare subito i facili entusiasmi.

L'agopuntura infatti non è riconosciuta in modo ufficiale dalla scienza medica, di conseguenza non può in alcun modo essere considerata una soluzione terapeutica.

Immaginare di poter contrastare un problema di salute tramite l'agopuntura, o meglio esclusivamente tramite l'agopuntura, sarebbe un grosso errore, una leggerezza che non bisogna compiere assolutamente, e questo è importante sottolinearlo con la dovuta fermezza.

D'altronde le discipline olistiche, i rimedi omeopatici e le altre soluzioni moderne e suggestive che vengono presentate come opportunità terapeutiche sono davvero moltissime, ma non bisogna lasciarsi coinvolgere da facili entusiasmi, tantomeno si deve credere che questi approcci si possano sostituire definitivamente alle terapie mediche tradizionali.

Solo quando la scienza medica ufficiale conferma la validità di determinate terapie le medesime possono essere considerate tali.

Detto questo, è comunque suggestivo il fatto che l'agopuntura abbia delle origini così antiche, e venga praticata da secoli così remoti.

L'agopuntura è ovviamente una terapia naturale, e in quanto tale non ha controindicazioni, ovviamente a condizione che venga effettuata a regola d'arte: questo è un aspetto da sottolineare, di conseguenza l'agopuntura può quantomeno essere praticata senza dover temere delle controindicazioni.

Alla luce di quanto detto dunque l'agopuntura può semmai rappresentare un trattamento parallelo alle cure mediche tradizionali, ad ogni modo trattandosi di una scienza così controversa e del tutto priva di riscontri scientifici i pareri a suo riguardo sono contrastanti.

C'è chi crede che l'agopuntura sia del tutto inutile, allo stesso tempo c'è chi crede che l'agopuntura possa avere un qualche aspetto positivo; quel che è importante sottolineare, ancora una volta, è che l'agopuntura non può essere considerata una terapia medica.

Ma come viene praticata l'agopuntura? Come può essere eseguito un trattamento di questo tipo?

L'agopuntura prevede sostanzialmente che appositi aghi vengano posizionati sul fisico della persona, dunque degli aghi devono di fatto essere inseriti nella pelle della persona che si sottopone a trattamento.

Ovviamente l'idea che alcuni aghi attraversino la propria pelle può risultare decisamente poco gradita a molte persone, tuttavia è proprio questa la natura di questo trattamento, è questo il motivo per cui l'agopuntura si rivela un trattamento decisamente "sui generis".

La capacità di chi pratica l'agopuntura è proprio quella di riuscire a comprendere in che punti del fisico, in che modalità e in che quantità devono essere posizionati gli aghi, affinché il trattamento sappia rispondere in modo efficace alle necessità di chi vi si sottopone.

Una particolarità molto interessante dell'agopuntura è rappresentata infatti dal fatto che può, o meglio che potrebbe, curare patologie e malesseri molto diversi tra loro.

Desta davvero stupore l'ampiezza delle problematiche a cui è possibile dar risposta tramite trattamenti di questo tipo, cerchiamo dunque di scoprire quali sono le più rilevanti.

I "sostenitori" dell'agopuntura credono che questo particolare trattamento potrebbe consentire di contrastare problemi connessi all'obesità e ai disturbi alimentari, problematiche riguardanti la sfera psichica della persona, come ad esempio gli stati d'ansia, anche il mal di testa potrebbe trovare nell'agopuntura una soluzione efficace.

Perfino la sfera sessuale potrebbe trarre giovamento da queste pratiche: le sedute di agopuntura si crede infatti che possano migliorare in modo importante la vita sessuale della persona, allo stesso tempo potrebbero agevolarne la fertilità.

In passato l'agopuntura veniva eseguita anche per contrastare delle allergie, per porre rimedio a degli attacchi di asma, per trattare casi di colite e molto altro ancora.

Quella dell'agopuntura è dunque una scienza davvero molto particolare, la quale non può che destare una grandissima curiosità.

Chi desidera avvicinarsi a questo particolare "mondo" può farlo, ma solo con le dovute consapevolezze, in primis appunto il fatto che l'agopuntura non è riconosciuta dalla scienza medica e non può dunque essere considerata una terapia, in nessun caso.





LASCIA UN COMMENTO

 Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy