Malaria: "aria cattiva" sconfitta da calzini puzzolenti

I calzini puzzolenti potrebbero allontanare le zanzare

Malaria:  "aria cattiva"  sconfitta da calzini puzzolenti

La parola malaria affonda la sua etimologia in un termine medievale che significava "mal aria" ovvero "aria cattiva" e chissà se questo nuovo test si sia ispirato proprio al nome di questa malattia, perchè usa calzini sporchi e puzzolenti per allontanare le zanzare.

La malaria è una malattia che uccide nel mondo quasi 900 mila persone l'anno, dei quali molti bambini. 

Le ricerche ed i progetti per sconfiggere la malaria sono moltissimi in tutto il mondo, ma lo studio pubblicato sul 'Washington Post'  di Peter Singer, medico responsabile di Grand Challenges Canada, agenzia del governo canadese, è a dir poco originale.

Questa ricerca affermerebbe che i calzini sporchi e puzzolentii allontanerebbero proprio grazie al cattivo odore le zanzare. 

Il progetto sta per cominciare in Tanzania in 3 villaggi.

I calzini sporchi e puzzolenti verranno usati come esche per attrarre le zanzare in una trappola simile ad un alveare dove poi verrebbero uccise da un veleno. 

Per verificare la validità di questa intuizione si effettuerà un test che si baserà sull'uso su una parte di una sostanza chimica che riproduce l'odore dei calzini sporchi, composto prevalentemente di ammoniaca, acido lattico e acido propionico, mentre su un'altra parte i calzini indossati per un giorno da un adulto e calzini di bambino. 

In laboratorio i risultati che si sono evidenziati sono che i calzini puzzolenti attraggono le zanzare più della pelle e che sono attivi tanto quanto quelli impregnati della sostanza chimica. 

Si aspettano i risultati per verificare che la tecnica del calzino sporco e puzzolente funzioni contro la malaria. 

Val Didi 

fonte: ADNKRONOS 




LASCIA UN COMMENTO

 Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy