Aerosolterapia per difendere le vie respiratorie

Aerosolterapia per difendere le vie respiratorie

La prevenzione di malattie delle vie respiratorie e la loro cura interessa sempre più persone, che trovano nell’aerosolterapia una valida alleata. Tale pratica medica, infatti, è molto utilizzata per la cura di patologie semplici come tosse, raffreddore e sinusite ma anche per il trattamento di patologie più serie come l’asma bronchiale.

 

L’aerosolterapia ottimizza l’efficacia di quei farmaci che hanno come bersaglio le vie respiratorie: attraverso la nebulizzazione e l’assunzione per via inalatoria, i farmaci si diffondono all’interno dell’albero respiratorio, agendo nelle zone maggiormente interessate dalle patologie da trattare.

 

Vediamo come funziona l’aerosolterapia e perché è considerata fondamentale per la prevenzione e la cura, soprattutto in determinate stagioni, di patologie che interessano le vie respiratorie.

 

Cosa fa l’aerosolterapia

Attraverso un apparecchio per aerosol, otteniamo la nebulizzazione di un farmaco, ossia la sospensione nell’aria di particelle che hanno dimensioni comprese fra pochi decimi di micron e qualche micron (ricordiamo che 1 micron equivale a 1 centesimo di centimetro).

 

Grazie alla nebulizzazione, il farmaco si diffonde facilmente nell'apparato respiratorio, depositandosi anche nei punti più difficili da raggiungere: la ridotta dimensione delle particelle, infatti, consente una maggiore efficacia terapeutica nella cura delle vie aeree inferiori, soprattutto in caso di asma, bronchiti e polmoniti (patologie per le quali bisogna trattare organi difficili da raggiungere con altri tipi di somministrazioni). Le particelle più grandi, invece, si depositano nelle vie aeree superiori, per un’azione curativa efficace nel trattamento di affezioni respiratorie tra cui riniti e sinusiti.

 

La scelta di un apparecchio per aerosol, soprattutto per utilizzo domestico, interessa sempre più famiglie, poiché un dispositivo del genere facilita la cura e il trattamento di patologie delle vie respiratorie, sia per gli adulti che per i più piccoli.

 

L’aerosolterapia per adulti e bambini

I vantaggi dell’aerosolterapia, infatti, interessano non solo gli adulti ma anche i bambini.

L’azione naturale, rapida, precisa e intensa dell’aerosolterapia presenta, inoltre, ridotti effetti collaterali: a differenza dei farmaci utilizzati per curare le malattie respiratorie - che vengono assunti per via orale, intramuscolare e rettale e che di solito generano effetti indesiderati - la somministrazione di farmaci nebulizzati con aerosol consente alle sostanze assunte di essere assorbite solo dalle parti del corpo colpite dalla patologia trattata, evitando problemi in aree non interessate dalla patologia stessa.

 

L’aerosolterapia è la soluzione ideale per curare anche le patologie respiratorie nei bambini: la difficoltà maggiore che si ha con i più piccoli, infatti, è il trattamento farmacologico per via sistemica. La nebulizzazione dei farmaci rappresenta la soluzione più pratica ed efficace da attuare. Esistono in commercio anche apparecchi per aerosolterapia molto silenziosi e creati appositamente per essere usati durante il sonno su bambini e neonati.

 

Aerosolterapia per le vie aeree inferiori

La cura attraverso aerosol, quindi con nebulizzazione di farmaci, è molto efficace nelle patologie delle vie aeree inferiori, poiché consente il deposito di sostanze nebulizzate lì dove una patologia effettivamente colpisce. La nebulizzazione tramite aerosol è quindi un trattamento non invasivo e di facile applicazione: per questo motivo, viene scelto in prima battuta per il trattamento di numerosi patologie delle vie aeree inferiori (asma, bronchite, bronchiolite, fibrosi polmonare).

 

Attraverso l’aerosol, infatti, è possibile riscontrare un beneficio clinico nella cura di tali malattie broncopolmonari, poiché le particelle del farmaco somministrato vengono ridotte in particelle piccolissime. La riduzione delle particelle consente al farmaco nebulizzato di raggiungere bronchi, bronchioli e polmoni e curare in modo efficace la patologia in trattamento.

 

Aerosolterapia per le vie aeree superiori

L’ostruzione delle cavità nasali dovuta a un’eccessiva presenza di muco può generare infiammazione dei tessuti circostanti con conseguenti riniti, otiti o sinusiti o addirittura un’eccessiva proliferazione batterica che può dare origine ad infezioni più o meno diffuse.

 

In questi casi, l’aerosolterapia è largamente utilizzata per la cura di patologie come rinite, sinusite, otite in quanto consente il trattamento localizzato e mirato con farmaci mucolitici. Questo permette di eliminare nel modo più rapido ed efficace il muco in eccesso con una conseguente disinfiammazione dei tessuti.

 

L’aerosolterapia per il trattamento delle vie aeree superiori è particolarmente indicata nei neonati e nei bambini, soprattutto nei casi in cui è difficile ottenere una corretta igiene nasale e l’accumulo di muco in eccesso è molto frequente.

 




LASCIA UN COMMENTO

 Ho preso visione e accetto l'informativa sulla privacy